Il Gruppo

Gli spazi

Il rinnovo degli spazi interni della nuova sede sita al numero 40 di Rue de Sèvres è stata una vera e propria sfida architettonica, in quanto è stato necessario trovare un equilibrio tra la trasformazione e la preservazione del patrimonio del sito. La delicata missione di conservare volumi, spazi, linee e materiali d’origine pur adattando la struttura agli standard di sicurezza e isolamento moderni, è stata affidata alla società Druot, che ha saputo creare uno spazio lavorativo eccezionale e all’insegna del comfort.

voûtes de Laennec au 40 rue de Sèvres

« Abbiamo fatto il possibile per salvaguardare l’unicità del luogo e preservare ciò che lo rende così unico, pur fornendo ai suoi nuovi occupanti il massimo comfort, un’illuminazione naturale, un’acustica ottimale nonché la possibilità di muoversi facilmente. »

Frédéric Druot
Architetto

 

 

Studi approfonditi hanno permesso di conservare l’atmosfera e la bellezza originale dei luoghi, trasformando e ottimizzando l’architettura degli interni senza nuocere alla struttura nel suo complesso.

 

Nonostante la diversità e la complessità architettonica del sito, Frédéric Druot ha saputo creare spazi di lavoro assolutamente luminosi, con un’acustica eccellente.

 

I locali siti al numero di 40 di Rue de Sèvres devono la loro atmosfera particolare al lavoro di tanti professionisti. Pierre Yovanovitch, architetto d’interni, ha ristrutturato un piccolo padiglione all’estremità di una delle ali dell’edificio, per ospitare una reception e uno spazio di lavoro e di incontro per i dipendenti del Gruppo. Stili ed epoche diverse convivono in una miscela audace di oggetti vintage e creazioni originali. Il risultato armonioso rende omaggio alla storia del sito e rivela la sua eleganza architettonica classica.
 

intérieur du 40 rue de Sèvres

 

« Materiali autentici realizzati dai migliori artigiani si affiancano a mobili unici e capolavori del design del XX e XXI secolo, per creare un insieme vibrante. »

Pierre Yovanovitch
Architetto d’interni

 

 

La sede di Kering soddisfa i più elevati standard in materia ambientale e costituisce un ambiente di lavoro moderno, piacevole e tecnologico. È uno dei primi monumenti storici ad aver ottenuto la certificazione francese Haute Qualité Environnementale (HQE Renovation) e ad essere certificato BREEAM, l’equivalente britannico del HQE. Nel 2018 questa struttura è diventata il primo sito storico francese a ottenere la certificazione BREEAM In-Use, e a risultare “eccellente” in tutte e tre le categorie di valutazione.