Sostenibilità

Care

Care: uno dei pilastri di Kering per ridurre l’impatto ambientale e per preservare il pianeta e le sue risorse naturali attraverso l’uso di strumenti innovativi, nuove pratiche, metodi originali e standard rigorosi.

cotton leaves

Kering sta sviluppando strumenti innovativi per comprendere meglio il proprio impatto ambientale, al fine di fare scelte basate su una strategia di sostenibilità. Il Gruppo sfrutta le materie prime in modo sostenibile, preserva la biodiversità e si conforma ai più elevati standard in materia di salute, sicurezza e benessere degli animali.

 

 

Ridurre l’impatto ambientale

 

Promuovendo un design sostenibile, Kering s’impegna a ridurre l’impatto ambientale dei suoi prodotti facendo scelte mirate sull’origine delle materie prime, sui processi di lavorazione, sulle modalità di trasporto e su altri aspetti della sua attività.Il Gruppo s’impegna a ridurre il proprio conto economico ambientale del 40% entro il 2025 lungo la sua catena di fornitura.  Questa metodologia, sviluppata dal Gruppo per misurare e calcolare il valore monetario dell’impatto ambientale della sua supply chain, ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. 

 

Inoltre, Kering s’impegna a ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica del 50% entro il 2025, conformemente ai punti da 1 a 3 del Greenhouse Gas Protocol*. Oltre al suo impegno a ridurre le emissioni di tutte le compononti del Gruppo, Kering ha un nuovo programma pionieristico che passa attraverso i progetti REDD+, che sostengono la preservazione di alcune delle foreste più bio-diversificate del mondo e supportano le popolazioni e le comunità locali.


Il Gruppo promuove inoltre nuove pratiche sostenibili  relative  ai consumi di acqua, all’inquinamento idrico e atmosferico, ai rifiuti e allo sfruttamento del territorio. Lo scopo del programma Clean by Design, la cui prima fase si è conclusa nel 2017, è di migliorare l’efficienza energetica e ottimizzare il consumo di risorse, il che finora, secondo gli audit, è avvenuto su 24 impianti tessili che lavorano con il Gruppo. Ora si lavora su sei stabilimenti in Cina. Dall’inizio del 2017 sono stati condotti numerosi audit che hanno messo in evidenza una riduzione delle emissioni di anidride carbonica pari a diverse migliaia di tonnellate.

 

 

Scegliere fonti di approvvigionamento responsabili e ben gestite

 

L’obiettivo di Kering è rendere trasparente e responsabile il 95% della sua supply chain entro il 2018, per arrivare al 100% nel 2025. L’obiettivo è migliorare la tracciabilità e aumentare progressivamente la produzione di materiali provenienti da fonti di approvvigionamento responsabili e ben gestite.

 

Un altro obiettivo è fare in modo che tutti i fornitori di Kering si conformino agli standard stabiliti dal Gruppo in termini di gestione ambientale, tracciabilità, benessere degli animali, uso di prodotti chimici e condizioni di lavoro entro il 2025.

 

 

 

* Il GreenHouse Gas Protocol (GHG Protocol) crea un quadro comune di lavoro volto a misurare e gestire le emissioni di gas a effetto serra (GHG) derivanti da operazioni del settore pubblico come anche del privato, dalle catene di valore e dalle azioni di mitigazione. Il protocollo è stato sviluppato attraverso una partnership con ONG e governi, associazioni di categoria, aziende e altre organizzazioni e sta sviluppando standard, strumenti e formazioni online volti ad aiutare Paesi e città a tracciare i progressi compiuti verso gli obiettivi ambientali che si sono prefissati.