Sostenibilità

Rivelare la bellezza e la fragilità del nostro pianeta con The Explorers

Il progetto The Explorers vuole far scoprire la bellezza e la fragilità del nostro pianeta, diffondendo la consapevolezza delle sfide in materia di salvaguardia della biodiversità e invitando all’azione. Si pone quindi sulla scia della strategia di sviluppo sostenibile di Kering, basata su un approccio scientifico, su azioni concrete e sulla sensibilizzazione di quante più persone possibili. Ecco perché il Gruppo rinnova la collaborazione con The Explorers e propone ogni mese contenuti inediti che permettono di capire meglio le sfide della salvaguardia della biodiversità.

Esplorare per comunicare, conoscere e proteggere di più
 

Il Gruppo Kering è convinto che la salvaguardia della biodiversità e delle risorse naturali sia una missione collettiva. Ecco perché vuole sensibilizzare quante più persone possibili sulle sfide ambientali che dovremo affrontare, invitando ciascuno di noi a dare il proprio contributo. 
 

È per questo motivo che dal 2020 Kering è il principale partner del progetto The Explorers, che, con i suoi team, esplora il mondo per realizzare l’inventario naturale, culturale e umano del nostro pianeta con immagini in Ultra Alta Definizione (8K/4K/HD). Ogni nuova spedizione permette di costituire e di arricchire questo inventario attraverso la lente delle popolazioni locali. Per diffondere le proprie scoperte The Explorers ha sviluppato una piattaforma che raccoglie foto, immagini, video e documentari.

 

Queste spedizioni rivelano la bellezza della biodiversità, ma anche la sua fragilità. Per sensibilizzare quante più persone possibili sulle sfide della biodiversità, ogni mese Kering condividerà su questa pagina una selezione delle foto e dei video della piattaforma The Explorers. 
 

Scopri The Explorers
 

Per maggiori informazioni sulla strategia di sviluppo sostenibile di Kering e sulle azioni intraprese per proteggere il pianeta, scopri la rubrica dedicata a questo tema

Acqua

Mari, laghi e oceani sono il cuore pulsante della biodiversità, habitat che ospitano un incredibile patrimonio vegetale e animale, oggi minacciato dal riscaldamento climatico e dall’innalzamento del livello dei mari. Scopri i tesori della biodiversità acquatica, come gli squali pinna nera, il narvalo o gli ecosistemi corallini.

Il paradiso degli squali

Le acque della Laguna Blu di Rangiroa sono il punto d’incontro di centinaia di squali grigi e di squali pinna nera. L’atollo è il loro habitat ideale: acque calde e ricche di pesci e una corrente così forte che non hanno bisogno di spostarsi.

Lo squalo balena

Lunga 960 km, la grande barriera corallina dell’America Centrale è la seconda del pianeta per estensione dopo quella australiana. Il suo più grande visitatore è senza dubbio lo squalo balena, il gigante dei mari. Ogni anno un centinaio di esemplari si riunisce lungo i grandi drop-off di Utila, in Honduras, per cibarsi del plancton che risale dalle profondità marine lungo le correnti ascendenti.

Lo squalo tappeto, maestro dei travestimenti

Gli Orectolobidae, o squali tappeto, sono i maestri dei travestimenti. Pessimo nuotatore, questo squalo resta perlopiù sul fondale, spostandosi poco e aspettando che le prede gli si avvicinino. Ha un corpo largo e piatto e le sue dimensioni variano da 1,5 a 3 metri.

#KeringForSustainability

Per restare informato, segui la discussione su Twitter aggiornata in tempo reale.

Background twitter
#KeringForSustainability