Il Gruppo

Rue de Sèvres, 40 ospita l’esposizione “Il giardino di Paul Haim”

Le opere, collezionate alla fine degli anni Sessanta da Paul Haim, comprendono 41 sculture monumentali che finora sono state ospitate in un giardino raramente aperto al pubblico, lungo le rive del fiume Adour nella Francia sud-occidentale. Eccezionalmente, la collezione lascia la Costa Basca e viene ospitata nella sede di Kering per qualche giorno, prima della vendita. I capolavori di Bourdelle, Calder, Niki de Saint-Phalle, Miró, e Rodin si sveleranno al pubblico nelle cornici inedite del cortile principale dell’ospedale Laennec, della cappella e di uno dei sei giardini della struttura.

Cortile principale di Laennec

Noto commerciante e collezionista d’arte nella seconda metà del 20° secolo, Paul Haim è celebre per aver fatto conoscere l’impressionismo e l’arte moderna al pubblico giapponese. Nel corso della sua carriera, il collezionista ha stretto legami con numerosi artisti contemporanei, alcuni dei quali sono diventati suoi amici e hanno contribuito alla sua collezione ricca di ispirazione.


La splendida collezione di Haim è nata alla fine degli anni Sessanta, quando Paul e sua moglie, la fotografa e pittrice Jeannette Leroy, si sono trasferiti sulla Costa Basca. Negli anni successivi, Paul Haim ha ingrandito il suo giardino per fare spazio alla collezione sempre più ricca. Insieme al suo giardiniere Gilbert Carty ha progettato il giardino in maniera meticolosa, in modo da infondere nuova vita a ogni opera. Nel tempo la collezione è cresciuta fino a raggiungere 40 capolavori, che offrono una panoramica eccezionale della scultura del 20° secolo. 

The garden of Paul Haim - Chapter 1

The garden of Paul Haim - Chapter 2

The garden of Paul Haim - Chapter 3

Dopo la morte del collezionista nel 2006, sua figlia Dominique Haim ha continuato a occuparsi della collezione. Finora, queste opere d’arte sono state accessibili solo a pochi fortunati. Il 2020 segna invece l’apertura della collezione al grande pubblico, in seguito alla decisione della figlia di Haim di vendere all’asta i lavori tramite Christie’s. La collezione lascerà la Costa Basca per un soggiorno in Rue de Sèvres, 40. La sede di Kering e Balenciaga aprirà eccezionalmente le sue porte, offrendo un’opportunità unica di scoprire questa preziosa esposizione temporanea, che include i lavori di Bourdelle, Calder, Chillida, di Suvero, Léger, Maillol, Miró, Noguchi, Plensa, Rodin, Niki de Saint-Phalle e Zao Wou-Ki.

Dominique Haim

Cécile Verdier

Pierre Martin-Vivier

Fedele alla volontà di rendere la sede di Rue de Sèvres, 40 un luogo di condivisione e di incontri in nome dell’arte e della cultura, Kering ha voluto rendere l’esposizione accessibile al pubblico dal 15 al 22 ottobre. Nel rigoroso rispetto delle misure sanitarie, circa 2000 visitatori hanno potuto ammirare queste opere in una cornice eccezionale.