Sostenibilità

Upcycling, riciclo e rigenerazione

L’upcycling, il riciclo e i processi di rigenerazione sono fattori chiave per il rinnovamento delle industrie della moda e del lusso. Kering e le sue Maison lavorano costantemente per sviluppare nuove soluzioni più sostenibili basandosi sulla collaborazione e l’innovazione.

Upcycling, recyclage et régénération
Il nostro approccio circolare: trovare soluzioni collaborative

L’upcycling consiste nel trasformare materiali usati in prodotti di più elevata qualità. Le Maison di Kering adottano un approccio circolare e si impegnano costantemente a trovare nuove soluzioni per le nuove collezioni e per il riciclo dei materiali. I brand del Gruppo collaborano con ONG e cooperative per ottimizzare la gestione degli scarti di tessuti e pelli nella loro attività. 


Dal 2018 Kering è partner di La Réserve des Arts, un’ONG che raccoglie materiale di scarto e ritagli dalle aziende e le istituzioni culturali nella regione di Parigi, e dal 2020 di Marsiglia, per permettere ai professionisti di riutilizzarli.


Inoltre Kering sostiene Tissons la Solidarité dal 2019, una rete che offre formazioni di upcycling alle cucitrici nell’ambito di programmi di reinserimento professionale.
Il Gruppo ha dato prova delle sue ambizioni anche attraverso altre iniziative come la partnership strategica con ECONYL® per produrre e distribuire nylon prodotto da scarti di plastica. Grazie a questo progetto, Kering riusa gli scarti producendo nylon all’interno di una supply chain interamente tracciabile. 


A luglio 2020, Gucci ha lanciato Gucci Off The Grid, la prima collezione del circuito circolare del brand nata grazie alle innovazioni di design circolare. La collezione promuove la rigenerazione di materiali e tessuti per sprecare meno e ridurre l’uso di nuove risorse. Gucci Off The Grid fa uso di materiali riciclati, biologici e derivati da biomassa, come ECONYL®. 
Per permettere un ciclo continuo di questo tipo di attività, gli scarti di ECONYL® vengono recuperati dalle catene di produzione di Gucci Off The Grid e riciclati per creare nuovi materiali ECONYL® nell’ambito del programma “GUCCI-ECONYL® Pre-consumer Fabric Take Back”. Anche gli scarti delle pelli della collezione vengono recuperati e introdotti in processi di upcycling nell’ambito del programma Gucci-Up.


Il Gruppo collabora inoltre con la start-up Worn Again, che ha sviluppato una soluzione per separare i polimeri di poliestere dalla cellulosa dei tessuti non riutilizzabili e trasformarli in nuovi tessuti. Il processo può essere applicato anche alle bottiglie e alle confezioni di plastica. Kering è stato uno dei primi investitori in questa soluzione, nata nel 2015, pertanto usufruisce dei prodotti in PET e cellulosa circolari di Worn Again
 


 

Il nostro obiettivo: progettare packaging più circolari

Nel 2020 Kering ha contribuito al lancio del progetto pilota The Circular Polybag, un’iniziativa multi-brand gestita da Fashion for Good e sostenuta dal Gruppo dal 2017. Si tratta del primissimo tentativo del mondo della moda e del lusso di trovare una soluzione circolare ai sacchetti di plastica che punti a facilitare la produzione di sacchetti interamente riciclati. La soluzione avvicina sempre di più Kering all’obiettivo di creare un sistema di riciclo a circuito chiuso. 


Nell’ambito del Fashion Pact, Kering si è impegnata a raggiungere una serie di obiettivi:


•    eliminare la plastica monouso dai packaging B2C e B2B rispettivamente entro il 2025 e il 2030; 

•    garantire che almeno la metà dei packaging di plastica siano al 100% riciclati nel B2C e B2B rispettivamente entro il 2025 e il 2030;

•    ridurre l’uso dei packaging nella supply chain del Gruppo utilizzando materiali certificati e riciclabili.
 

 

La nostra priorità: il riuso dei materiali

Kering è alla continua ricerca delle soluzioni più efficaci per ridurre e ottimizzare l’uso degli scarti di tessuto e di altre materie prime come il nylon, la pelle e il cashmere. Ad esempio, gli scarti vengono riciclati per creare nuovi materiali, che possono essere utilizzati per le collezioni e gli arredi dei negozi e degli uffici del Gruppo.


Kering partecipa attivamente a molteplici programmi che riutilizzano, introducono nei processi di upcycle e riciclano in maniera efficace i materiali, i prodotti e i packaging. Parallelamente, il Gruppo collabora con attori pubblici e privati per rafforzare le relative attività. Kering si è unita all’iniziativa Full Circle Textiles Project - Scaling Innovations in Cellulosic Recycling di Fashion for Good per sostenere e accelerare lo sviluppo delle infrastrutture industriali adibite al riciclo. Il progetto pilota per il riciclo chimico riunisce gli attori dell’industria della moda e punta a convertire gli scarti tessili di cotone e misto cotone per produrre nuove fibre di cellulosa sintetiche usando tecnologie all’avanguardia.


Kering e le sue Maison hanno creato diverse partnership per raccogliere gli scarti e i ritagli di tessuto dei processi di produzione e delle sfilate di moda allo scopo di riciclarli e riutilizzarli. Dal 2015 la divisione ready-to-wear di Novara lavora a stretto contatto con le scuole e le accademie di moda locali. Nel 2019 sono stati condivisi 5.100 metri di tessuto tra nove diverse scuole europee.