Sostenibilità

L'agricoltura rigenerativa in pratica

L’agricoltura rigenerativa è un approccio personalizzato e sistemico su scala locale; tuttavia, presenta alcune pratiche interconnesse che sono parte dei sistemi rigenerativi in generale. Alcuni esempi sono la rotazione delle colture, la copertura del suolo mediante i residui colturali, la riduzione o l’eliminazione dell’impatto meccanico sul terreno, l’assenza di prodotti chimici sintetici, l’utilizzo di fertilizzanti naturali e una gestione più controllata dei pascoli e/o un sistema integrato tra pascoli e colture. L’agricoltura rigenerativa adotta pratiche che non si concentrano unicamente sui risultati in termini di raccolto e di qualità dei prodotti, ma anche di salute del suolo e dell’ecosistema. 

 

I progetti sostenuti dal Regenerative Fund for Nature adotteranno pratiche di agricoltura rigenerativa collegate a risultati precisi e misurabili per l’azienda agricola. In linea con l’approccio all’avanguardia di Kering, i progetti includeranno anche pratiche rispettose della fauna e della biodiversità e mireranno a garantire standard elevati per il benessere animale.
Di seguito sono riportati esempi non esaustivi di pratiche di coltivazione che contribuiscono ai sistemi di produzione rigenerativa riguardanti alcuni materiali essenziali per Kering.
 

Cotone

Esempi di pratiche

 

•    Migliorare la salute del suolo mediante colture di copertura, eliminare o ridurre la lavorazione meccanica del terreno, utilizzare il compost e applicare la rotazione delle colture e/o la consociazione per ottenere miglioramenti visibili riguardanti il carbonio nel suolo, la capacità di ritenzione idrica e la sostanza organica nel terreno.
•    Garantire che il cotone sia certificato biologico, proibire l’uso di pesticidi e fertilizzanti sintetici nonché di sementi OGM 
•    Applicare meccanismi innovativi per stabilire i prezzi dei prodotti, che dovranno essere equi e in grado di sostentare gli agricoltori (per esempio aumentando il prezzo rispetto al benchmark)

 

Cotone
Cuoio, lana e cashmere

Esempi di pratiche

 

•    Migliorare la salute del suolo e la biomassa superficiale e sotterranea tramite un sistema di pascolo a rotazione definito in un piano di gestione dei pascoli e delle pasture. Assicurare che il terreno resti coperto e non sia mai nudo, per una maggiore ritenzione idrica, un migliore sequestro del carbonio e una minore dispersione degli elementi nutritivi. 
•    Sostenere la biodiversità all’interno e all’esterno dell’azienda agricola tramite la creazione di siepi e corridoi biologici e adibendo parte del terreno alla conservazione dell’habitat.
•    Applicare meccanismi innovativi per stabilire i prezzi dei prodotti, che dovranno essere equi e in grado di sostentare gli agricoltori (per esempio aumentando il prezzo rispetto al benchmark)
•    Applicare rigorosamente le cinque libertà del benessere animale.
 

cashmere