Il Gruppo

La nostra storia

Fin dalla sua fondazione nel 1963, il Gruppo ha continuato a svilupparsi e ad evolversi, fino a diventare, nel 2018, un pure player nel settore del lusso. La crescita di Kering continua ancora oggi grazie alle competenze delle Maison, alla loro ispirazione e al loro universo di creatività, autenticità e audacia, costruito nel corso degli ultimi due secoli. L’identità odierna di Kering è il risultato di una storia unica.

1791

Jean-François Bautte fonda la sua azienda di orologi e gioielli a Ginevra. La straordinaria qualità del suo lavoro gli vale ben presto una nomea di prestigio in Europa, Medio Oriente e Cina. Nel 1906 si fonde con La Manifattura di Alta Orologeria Girard-Perregaux di La Chaux-de-Fonds, il cui capolavoro, il Tourbillon con tre ponti d’oro, sarebbe divenuto – ed è ancora oggi - un’icona dell’Orologeria di pregio.

1846

Ulysse Nardin fonda a Le Locle (Svizzera) la Maison di orologi di lusso che porta il suo nome. Inizia così un viaggio guidato da uno spirito innovativo e avanguardistico, in cui gli orologi sono realizzati impiegando le tecnologie e i materiali più recenti.

1858

Frédéric Boucheron apre il suo primo negozio nella Galerie de Valois, sotto le arcate del Palais Royal, all’epoca cuore del lusso parigino. La Maison Boucheron diviene presto nota per le sue conoscenze uniche nella creazione di gioielli e orologi di lusso, nonché per la sua abilità nel valorizzare la lucentezza delle pietre preziose. Nel 1893, Boucheron diviene il primo gioielliere a stabilirsi in Place Vendôme.

1917

Cristóbal Balenciaga fonda la Maison Balenciaga a San Sebastian, Spagna. Vent’anni dopo apre la sua Maison a Parigi e da allora in poi occuperà un posto di spicco nel mondo dell’Alta Moda.

1921

Guccio Gucci apre un piccolo negozio di pelletteria a Firenze. La Maison diviene ben presto il simbolo del lusso italiano, basato su due valori fondanti: la straordinaria artigianalità italiana unita ad una visione creativa molto contemporanea. La raffinatezza dell’universo equestre è fonte d’ispirazione per Gucci; la sua Bamboo bag, contraddistinta da manici in bambù lucidato, ha subito un successo tale da essere una delle creazioni più famose del brand.

Vedi altro Vedi altro Vedi altro Vedi altro Vedi altro Vedi altro